Notizie

La Fisi celebra il Centenario con i suoi campioni
martedì 6 ottobre 2020

I sei campioni Fisi con la felpa del Centenario e Flavio Roda (pentaphoto)
I sei campioni Fisi con la felpa del Centenario e Flavio Roda (pentaphoto)

Il momento della consegna delle Audi agli atleti Fisi (pentaphoto)
Il momento della consegna delle Audi agli atleti Fisi (pentaphoto)

Ha preso il via con il Media Day FISI la celebrazione per i 100 anni della Federazione Italiana Sport Invernali che si è svolta all'Hangar Bicocca di Milano. Il consueto incontro del Presidente Flavio Roda ha visto la partecipazione di sei campioni top degli sport invernali come Dorothea Wierer, Dominik Paris, Federica Brignone, Sofia Goggia, Michela Moioli e Federico Pellegrino.
Ad impreziosire l'incontro erano presenti tanti ospiti di alto livello: a partire dal padrone di casa, Marco Tronchetti Provera, vicepresidente esecutivo e Ceo di Pirelli, che aprirà l'incontro; quindi Massimo Galli, direttore del reparto malattie infettive dell'Ospedale Sacco di Milano con i vertici di Techdow, azienda partner della Federazione.
E' stato presentato il "Libro del Centenario", una pubblicazione alla cui realizzazione hanno partecipato le firme più prestigiose degli sport invernali, così come è stato annunciato il francobollo celebrativo del Centenario federale e la Fiera di Skipass (prevista a Modena dal 29 ottobre al 1 novembre) si è presentata.
La parte finale dell'incontro ha visto protagonisti i Mondiali di sci alpino di Cortina 2021, con Alessandro Benetton che ha aggiornato i media sul percorso di avvicinamento all'evento sportivo clou della stagione che sta per cominciare. In chiusura è stata annunciata la partnership di FISI con TIM.
"Sono stati mesi difficili - ha commentato il Presidente Roda -. Siamo stati costretti ad interrompere l'attività il 23 febbraio e abbiamo seguito scrupolosamente i protocolli che ci hanno consentito di riprendere gli allenamenti l'1 giugno. Grazie agli atleti e a tutte le squadre che si sono attenute alle direttive. Stiamo preparando un protocollo sanitario insieme alla Commissione Medica FISI che ci consentirà di gareggiare e allenarci in sicurezza, abbiamo qualche settimana ancora per capire come evolverà la situazione, ma abbiamo posto le basi affinché tutte le nostre squadre possano allenarsi. Con il nostro partner Techdow è cominciata una sensibilizzazione per l'utilizzo delle mascherine, vogliamo essere fiduciosi per la ripresa, con molta attenzione".

Federica Brignone: "In questi difficili mesi ho avuto la fortuna di vivere in un bel posto e di avere a disposizione lo spazio a casa mia per mantenere la forma. Manca forse troppo poco all'esordio di Soelden, penso che nessun atleta si possa sentire pronto per il gigante austriaco, che è anche anticipato di una settimana. Non sarà comunque un problema, è una gara che ha una storia a se, a prescindere dal risultato sarà una stagione lunga per raggiungere i nostri obiettivi".

Sofia Goggia: "Partire il 17 ottobre è presto, a me è mancato sinceramente il blocco in Argentina dove si dà quantità e qualità, cercheremo di dare fuoco alla legna che avremo, sfruttando al meglio le situazioni che si proporranno".

Dorotha Wierer: "Siamo riusciti a lavorare bene in estate, quasi tutti gli allenamenti sono stati programmati in Italia, questo ci ha dato tranquillità. La stagione ci vedrà impegnati in poche località e probabilmente senza pubblico, dovremo adeguarci alla situazione perché sarà così per tutti".

Federico Pellegrino: "Abbiamo ricominciato ad aprile, ad inizio agosto mi sono infortunato e sto ancora recuperando da una lesione al bicipite femorale, però abbiamo lavorato bene in fase di recupero, conto di arrivare pronto ad inizio stagione".

Dominik Paris: "Sono tornato sul ghiacciaio a sciare, le sensazioni sono quelle di sempre, io di solito in estate non scio troppo, l'importante sarà riuscire a lavorare bene nelle prossime settimane".

Michela Moioli: "Ogni anno si cerca di migliorare un pezzettino, anche nella preparazione fisica. Ogni stagione ci sono idee nuove che funzionano, speriamo che la mia formula magica continui a essere vincente".

Nel pomeriggio, sempre negli spazi dell'Hangar, Audi e FISI hanno consegnato le auto della nuova flotta di 30 autovetture ai campioni più titolati degli sport invernali. Un appuntamento ormai tradizionale che sancisce, una volta di più, il lungo ed efficace rapporto fra l'azienda dei Quattro Anelli e la Federazione.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,125 sec.